Category: Edugames e Nuove tecnologie

Videogiochi: fanno bene o male?

I timori che i videogiochi possano influenzare il comportamento e lo sviluppo dei bambini sono numerosi e controversi. Alcune ricerche sostengono, infatti, una riduzione della socializzazione, danni all’adattamento psicosociale, aggressività e atteggiamenti intolleranti indotti dalla violenza in essa raffigurata. Allo stesso tempo, alcuni studi suggeriscono alcuni benefici legati alla capacità di pensiero, alla coordinazione oculo-manuale, forse anche …

Continua a leggere »

Permalink link a questo articolo: http://spazio-psicologia.com/pvz/nt-p/videogiochi-fanno-bene-male/

Videogiochi e conseguenze negative

Il mondo dei videogames è un mondo ancora oggi troppo poco conosciuto, seppur in continua espansione. Per poter conoscere quali sono i rischi reali connessi all’uso dei videogiochi, ma anche per comprendere quali potenzialità possono offrire, è necessario studiarli in tutto i loro aspetti. Tale problematica si amplifica nel momento in cui il giovane videogamer è …

Continua a leggere »

Permalink link a questo articolo: http://spazio-psicologia.com/pvz/nt-p/videogiochi-e-conseguenze-negative/

Gli esiti positivi del video-giocare

Appare sempre più evidente come il videogiocare stia diventando, specie negli ultimi anni, un’attività tra le preferite della maggior parte dei bambini e ragazzi, senza distinzioni culturali, di genere o di età. Secondo i dati ISTAT (2001), due terzi dei giovani tra i 6 e i 14 anni utilizza abitualmente il videogame. Si tratta però …

Continua a leggere »

Permalink link a questo articolo: http://spazio-psicologia.com/pvz/nt-p/gli-esiti-positivi-del-video-giocare/

La cibernetica e la sua applicazione in psicologia

Fantascienza? Assolutamente no. Negli ultimi 10 anni circa abbiamo assistito ad un picco esponenziale di crescita nel campo della tecnologia che ha portato a qualcosa che credevamo futuristica: la cibernetica e i robot. La tecnologia è dalla nostra parte nell’aiutarci a comprendere e curare disturbi di tipo prettamente cognitivo, come i deficit attentivi o di apprendimento. Questo …

Continua a leggere »

Permalink link a questo articolo: http://spazio-psicologia.com/pvz/nt-p/la-cibernetica-e-la-sua-applicazione-in-psicologia/

L’apprendimento nell’era della tecnologia

Il mondo della tecnologia che caratterizza oggi la nostra società sta cambiando notevolmente il nostro modo di comunicare e di apprendere. La molteplicità di informazioni infatti, che si diffondono nel nostro ambiente è ormai filtrato dai media e questo origina non solo moltissime interpretazioni soggettive di una informazione, ma allo stesso tempo favorisce un ampliamento …

Continua a leggere »

Permalink link a questo articolo: http://spazio-psicologia.com/pvz/nt-p/apprendimento-nell-era-della-tecnologia/

Con Youngle sostegno in Rete per adolescenti gestito da ragazzi

See on Scoop.it – Psicologia in pillole La mia opinione: da come è descritto, youngle sembra ricalcare l’idea di peer-education che ben avevamo descritto molto tempo prima con il nostro Programma I-KIWI, ritrovabile su spazio-psicologia.com tra i progetti formativi. Alla base vi è un’idea vincente: da chi impara più facilmente qualcosa un adolescente? a chi …

Continua a leggere »

Permalink link a questo articolo: http://spazio-psicologia.com/pvz/nt-p/con-youngle-sostegno-in-rete-per-adolescenti-gestito-da-ragazzi/

Dopo 50 anni la RAI ci riprova con Nautilus e Fiorello

Fiorello sarà il testimonial di Nautilus, un nuovo progetto rivolto ai ragazzi curato da Rai Educational, che andrà in onda alle ore 19.30 a partire dal 15 ottobre fino alla prossima primavera su Rai Scuola (canale 146 del digitale terrestre) e sarà riproposto ogni 4 ore.  Si tratterà di un progetto televisivo educativo, rivolto ai ragazzi delle scuole …

Continua a leggere »

Permalink link a questo articolo: http://spazio-psicologia.com/pvz/nt-p/dopo-50-anni-la-rai-ci-riprova-con-nautilus-e-fiorello/

Cervello e social network: utili o deleteri?

C’è chi li demonizza e c’è chi ne sostiene l’utilità. Ancora una volta, l’oggetto di interesse è quello dei Social Network, visto come un pericolo dato dall’eccessivo utilizzo che ne viene fatto dai giovani. E’ ciò che sostiene Greennfield, autrice di un articolo, in cui afferma che : i nuovi media sarebbero in grado di …

Continua a leggere »

Permalink link a questo articolo: http://spazio-psicologia.com/pvz/nt-p/cervello-e-social-network-utili-o-deleteri/

Non solo i figli, anche i genitori sui social network

Non sarebbero più solo i figli ora a mostrare interesse per i social network, ma ora anche i genitori, con uno spostamento di interesse. Sembrerebbe infatti che i figli stiano diventando più interessati a Twitter e i genitori a Facebook. Questo è ciò che emerge da un sondaggio della Pew Internet Research, un’istituzione che si occupa di …

Continua a leggere »

Permalink link a questo articolo: http://spazio-psicologia.com/pvz/nt-p/non-solo-i-figli-anche-i-genitori-sui-social-network/

iPad a scuola?sì, soprattutto contro la disabilità

Dopo il via libera dei pediatri all’e-book, come supporto utile per i bambini con difficoltà di apprendimento e la validità comprovata dei videogames educativi e “terapeutici”, ecco che ancora una volta la tecnologia ci viene in aiuto. E mentre nel liceo Lussana e dell’istituto Ikaros di Bergamo l’iPad entra di soppiatto e innova la scuola sostituendo egregiamente …

Continua a leggere »

Permalink link a questo articolo: http://spazio-psicologia.com/pvz/nt-p/ipad-a-scuolasi-soprattutto-contro-la-disabilita/

Metti un iPad al posto dei libri ed ecco la scuola del futuro

Dopo la positiva esperienza del  liceo Lussana di Bergamo, capofila per la sperimentazione dell’iPad nella scuola in sostituzione dei libri di testo, ecco che anche un’altra scuola del bergamasco si avvia su questa strada, provando così a portare davvero una ventata di innovazione nel mondo dell’istruzione. Riporto di seguito l’articolo di Claudio Del Frate, uscito in …

Continua a leggere »

Permalink link a questo articolo: http://spazio-psicologia.com/pvz/nt-p/metti-un-ipad-al-posto-dei-libri-ed-ecco-la-scuola-del-futuro/