PsicoBlog: Impresa “esame di stato”

esame di stato  psicologoCosa? Un altro esame? Anzi no, ben 4 prove che costituiscono l’ esame di stato per diventare ufficialmente psicologi!!

Eh sì, a quasi un anno dalla laurea e dopo una breve incursione nel mondo del lavoro fatta durante il tirocinio formativo post lauream, rieccomi qua a studiare, o meglio ri-studiare, tutte le materie che negli anni accademici mi hanno formata e hanno costruito il mio sapere psicologico.

Devo dire che la cosa all’inizio mi è pesata parecchio, mi dicevo: “Ma è davvero necessario? Ma che senso ha, dopo 5 anni di studio, esami sostenuti, 2 elaborati di tesi (tra l’altro entrambi sperimentali e con un progetto lungo e corposo alle spalle), dover ancora dimostrare di avere le carte in regola per accedere alla professione? Inoltre, in questa impresa titanica mi sono trovata moltissime volte a dover sostenere spiegazioni circa l’iter della nostra professione a increduli amici e parenti che a tratti mi compativano e a tratti mi guardavano attoniti e non troppo convinti. Per non parlare di quella volta che un amico medico dei miei genitori mi domanda incuriosito: “ah, perché anche voi avete un albo?” No, questo e troppo mi dico. Chissà quali altre sfide dovrò affrontare nella mia professione, ma tant’è, ormai è fatta, per cui tanto varrà cominciare a metter mano ai libri e cercare di perseguire questa tanto agognata abilitazione!!

Come potete ben immaginare (se anche voi vi siete trovati in questa situazione o anche se solo la immaginate nel vostro futuro) all’inizio non è che il mio umore fosse proprio il massimo: zero voglia di tornare seduta alla scrivania a preparare un esame, poche stimolazioni dal mondo circostante e prospettive future, mah, chissà…

C’è, però, che, passati gli iniziali malumori, l’impresa si rivelava non così onerosa come me l’ero immaginata, il lavoro che stavo facendo mi aiutava a consolidare le conoscenze acquisite tra i banchi dell’università e, soprattutto questo ennesimo momento di studio si è mostrato in tutta la sua positività, perché mi ha consentito di fare il punto della situazione, mi ha aiutato a farmi degli interrogativi sul mio futuro e a ricollocarmi nel mio presente. Ho avuto modo di fare delle riflessione su me stessa, su quella che ero, su quella che sono diventata e su quella che voglio essere per il mio futuro!!

Alla fine dei conti, perciò, ho davvero capito che non tutto il male viene per nuocere e che, anzi, ho trovato quasi utile questo ulteriore momento di valutazione, prima di tutto da parte di me stessa.

Dunque, cari colleghi, non allarmatevi troppo: affrontate questa prova, sì faticosa, ma certi che vi presenterà ad ogni modo i suoi frutti 😉

 

Per approfondire il tema:

email

Permalink link a questo articolo: http://spazio-psicologia.com/psicologia-2/psicologi-from-scratch/psicologi-from-scratch-impresa-esame-di-stato/

Vuoi lasciare un commento?

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento