Se si lascia il cervello a digiuno, scatta il craving

Quando lo zucchero nel nostro corpo cala, il cervello ”va in tilt” cominciando a desiderare ardentemente il cibo, soprattutto il cervello degli individui obesi. Meglio quindi non ‘affamare’ il cervello, per evitare di cadere preda di abbuffate senza controllo.
Lo dimostra uno studio condotto da Rajita Sinha della Yale University e pubblicato sul Journal of Clinical Investigation.
Gli esperti hanno visto che quando il cervello va in carenza di zucchero la corteccia prefrontale, sede di autocontrollo e ragionamento, perde la capacita’ di tenere a bada i ”circuiti del desiderio”, dove nascono le sensazioni di piacere; tali centri nervosi, per esempio lo striato, non piu’ frenati dalla corteccia, si iperattivano alimentando la voglia  irresistibile di cibo.
Secondo i ricercatori nelle persone obese questo meccanismo risulta addirittura accentuato, suggerendo una ragione per cui per loro e’ ancora piu’ difficile resistere alle tentazioni. Gli esperti Usa hanno studiato cosa succede quando nel cervello calano i livelli di zucchero e cosa succede quando in questa situazione la persona e’ esposta al richiamo del cibo attraverso foto di ghiottonerie varie piu’ o meno invitanti. Ebbene nel cervello in carenza di zucchero si attiva l’ipotalamo, centro che controlla l’appetito, e contemporaneamente si riduce l’attivita’ della corteccia prefrontale, l’area dell’autocontrollo. A cio’ corrisponde la intensa attivazione dei centri del piacere (tra cui lo striato), guidati dall’impulso, che a quel punto sono a briglia sciolta. E’ la loro attivazione che determina il desiderio, talvolta eccessivo, di cibo, ed e’ probabile che se qualcuno di questi circuiti perde il controllo diventi piu’ difficile resistere alle tentazioni. Cio’ significa anche che se si vogliono evitare le abbuffate e’ meglio nutrire il cervello in modo regolare, senza saltare pasti e far calare gli zuccheri.

Fonte: ANSA

email

Permalink link a questo articolo: http://spazio-psicologia.com/psi/disturbi-del-comportamento-alimentare/se-si-lascia-il-cervello-a-digiuno-scatta-il-craving/

Vuoi lasciare un commento?

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento