Vero salute 9

1) Gentilissima dottoressa Laura Duranti, sono una signora di 54 anni felicemente sposata. Non ho mai avuto il coraggio di chiedere un parere circa l’intimità tra me e mio marito. Sono sempre stata soddisfatta, però c’è una cosa che mi piacerebbe sapere. Non sono mai riuscita a raggiungere l’orgasmo con la penetrazione, lo raggiungo solo se mi bacia sulle grandi labbra e con questo modo, a volte, ho un orgasmo multiplo. Mio marito ha sempre cercato di soddisfarmi con la penetrazione, ma nulla. Non ha mai avuto problemi di eiaculazione precoce e anche adesso che ha 57 anni è una persona sessualmente perfetta, attento nei preliminari… voglio dire: il piacere sessuale con lui non mi è mai mancato. Quello che le chiedo, però, è se c’è differenza tra avere l’orgasmo con la penetrazione o se sono io che ho problemi interni. La ringrazio e le faccio i complimenti per la sua rubrica, così utile e informativa.

Silvana F.

 

Cara Silvana, molte donne non riescono a raggiungere l’orgasmo durante un rapporto sessuale per differenti motivazioni che differiscono da persona a persona. Durante la stimolazione attraverso i rapporti orali, ad esempio, il partner è molto concentrato sul mantenere un tipo di stimolazione, per ritmo e intensità, che sia finalizzato unicamente all’ottenimento del piacere della donna. Questo, se per alcune donne può risultare motivo d’ansia perché temono di dover dimostrare al partner di “non essere frigide”, per altre può essere liberatorio perché permette di concentrarsi egoisticamente solo sulle proprie sensazioni, senza doversi preoccupare di dare piacere al partner. Durante il rapporto poi, spesso non vi è la stimolazione del clitoride, che invece vi è nei rapporti orali o nella masturbazione. La semplice introduzione di una stimolazione manuale del clitoride durante la penetrazione ad esempio, potrebbe in questo caso permettere più facilmente alla donna il raggiungimento dell’orgasmo. Come vede le motivazioni di un mancato orgasmo durante la penetrazione posso essere le più svariate. Quello che mi preme sottolineare è che, avendo lei orgasmi con la stimolazione orale, è perfettamente in grado di raggiungere l’orgasmo anche durante la penetrazione e non ha nessun problema “fisiologico” interno o esterno, che inibisca questa situazione. Quindi ciò che non le permette di sperimentare l’orgasmo non va probabilmente ricercato in un problema fisico, ma all’interno di una problematica psicologica o psicoeducazionale. Se questa situazione le dà soddisfazione solo “a metà”, può provare a rivolgersi ad uno psicoterapeuta specializzato in sessuologia che,  attraverso una puntuale anamnesi, potrà aiutarla a comprendere da cosa dipende nello specifico la sua difficoltà e a superarla.

email

Permalink link a questo articolo: http://spazio-psicologia.com/dicono-di-noi/vs/vero-salute-9/

Vuoi lasciare un commento?

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento