Papà più vecchi? maggiore rischio di malattia mentale dei figli

E’ noto da tempo che i nati da madri piu’ avanti negli anni sono a rischio di malattie come la sindrome di Down, ma una nuova ricerca australiana indica che i padri piu’ vecchi aumentano la probabilita’ per la prole di contrarre in seguito malattie mentali. Secondo lo studio guidato dall’epidemiologo John McGrath dell’Universita’ del Queensland, i padri piu’ anziani trasmettono un tipo di mutazione genetica, che sviluppano con l’invecchiamento. Queste variazioni del genoma, dette variazioni di numero di copia (CVN), aumentano i rischi di schizofrenia e autismo.

”Si accumulano le prove che l’orologio biologico procede negli uomini come nelle donne”, scrive McGrath sulla rivista Translational Psychiatry. Pur essendo troppo presto per formulare raccomandazioni di salute pubblica, aggiunge, e’ necessario essere consapevoli che i padri piu’ anziani possono mettere a rischio i figli di disturbi mentali debilitanti.

”Questo e’ importante, anche perche’ queste mutazioni possono essere ereditate da future generazioni”.

McGrath e i suoi collaboratori hanno messo alla prova la teoria con sperimentazioni su varieta’ geneticamente identiche di topi. Hanno allevato padri giovani, anziani e di mezza eta’ con madri della stessa eta’ e hanno poi esaminato la prole dopo la crescita. ”Abbiamo osservato che la prole dei padri piu’ vecchi aveva numeri significativi di CNV, mentre i nati da padri piu’ giovani non ne avevano affatto”, scrive lo studioso. I CNV identificati nei topi sono gli stessi di cui sono portatori i malati di schizofrenia e di autismo, aggiunge.

Fonte: ANSA

email

Permalink link a questo articolo: http://spazio-psicologia.com/psicologia-2/current/papa-piu-vecchi-maggiore-rischio-di-malattia-mentale-dei-figli/

Vuoi lasciare un commento?

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento