Figura paterna e adolescenza

figura-paterna-e-adolescenzaL’utilità del ruolo educativo paterno si evidenzia in modo diretto nella fase dell’adolescenza, quando il figlio deve compiere il difficile passaggio dall’infanzia verso la realtà adulta. È proprio in questo periodo che il padre ritrova le fila di un progetto di crescita diverso da quello materno, facendosi portavoce e sostenitore delle esigenze di separazione del figlio dal legame e dalla nicchia familiare, mentre la madre è più orientata a mantenere il legame con lui e a proteggerlo dall’impatto con il mondo esterno.

A questo punto della crescita, si presenta un importante e decisivo bivio per l’adolescente che deve scegliere tra  il ritorno all’infanzia e  l’ingresso nel mondo degli adulti.

Finalità evolutiva della figura paterna è accompagnare il figlio nell’attraversamento del ponte infanzia-mondo adulto: per scendere in campo nell’agorà delle relazioni extrafamiliari e saziare la fame che lo muove verso nuovi orizzonti relazionali ed affettivi che lo portano lontano da casa e dai legami familiari, egli deve potersi mettere alla prova sperimentando la propria autonomia; compito del padre è permettere che ciò accada, staccandolo dalla dipendenza materna, dandogli contenimento, regole e divieti qualora necessario.

L’adolescente ha, infatti, bisogno di una figura autorevole e competente che lo aiuti a scoprire la propria identità adulta senza essere né una presenza ingombrante, dalla quale non riesce a svincolarsi, né del tutto assente e quindi priva di riferimenti normativi.

genitori-figli-adolescenti

Il padre di oggi prova ad interpretare questo ruolo in un modo nuovo ed originale rispetto al passato: non è più una figura autoritaria che impone le sue leggi e i suoi valori, che indica la strada della separazione dalla madre trasmettendo regole severe, sguardi minacciosi e punizioni inflessibili, ma è un padre affettuosamente partecipe nella vita del proprio figlio già dalla primissima infanzia e che si relaziona con lui soprattutto a livello emotivo.

È importante che questo suo contributo affettivo e educativo lavori in sinergia con il ruolo materno: molto spesso le madri sono portate più facilmente a non riconoscere e quindi ad ostacolare le esigenze dei figli, e hanno quindi bisogno di condividere con i padri le responsabilità che riguardano l’area delle regole, dei divieti, degli orari.

In conclusione, la figura paterna rappresenta un punto di riferimento importante per l’adolescente che sta separandosi dall’universo infantile.

 

Per approfondire il tema:

email

Permalink link a questo articolo: http://spazio-psicologia.com/psicologia-2/essere-genitori/figura-paterna-e-adolescenza/

Vuoi lasciare un commento?

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento